Corso di formazione Addetto Primo Soccorso Gruppo A / B / C - D.M. 388/03 e D. Lgs. 81/08

Dall’organizzazione del sistema di Primo Soccorso aziendale dipende l’attivazione precoce e tempestiva dei primi anelli della catena dell’emergenza che, in attesa dell’arrivo del soccorso avanzato, rappresentano un momento chiave per permettere la sopravvivenza dell’infortunato. 

Il Testo Unico Sicurezza D.Lgs. 81/08 e s.m.i. prevede che il Datore di Lavoro si occupi della gestione delle emergenze in via preventiva, designando obbligatoriamente tra i propri lavoratori quelli incaricati, appunto, alla gestione delle emergenze. Con riferimento a quanto richiesto dall’articolo 18 del D.Lgs. 81/08, il datore di lavoro deve designare gli addetti al primo soccorso “tenendo conto delle dimensioni e dei rischi specifici dell’azienda o della unità produttiva”. Per attività fino a cinque lavoratori il ruolo di addetto al Primo Soccorso può essere ricoperto anche dal Datore di Lavoro.

Il corso per Addetto al Primo Soccorso Aziendale è disciplinato dal D.M. 388 del 15 luglio 2003. La normativa prevede che il Datore di lavoro prima di destinare il personale alle mansioni di addetto al primo soccorso debba formare e fornire le informazioni per acquisire le competenze teoriche e pratiche di base. Il numero di addetti al primo soccorso, varia in base a vari parametri: numero di i lavoratori presenti all’interno dell’impresa, numero di sedi e/o postazioni lavorative, turni lavorativi, tipo di lavorazioni svolte.
In ogni caso il datore di lavoro è obbligato a garantire la presenza costante, su qualsiasi turno, di addetti al primo soccorso. Il programma formativo, definito dal D.M. 388/03, allegati 3 e 4, secondo quanto predisposto dall’art. 45 del D.Lgs. 81/08, si sviluppa su 3 moduli e ha durata variabile in base alla tipologia dell’azienda, classificabile come appartenente al Gruppo A, B o C: 

Aziende Gruppo A:

  •  aziende o unità produttive con attività industriali, soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica, di cui all’art. 2, del D.Lgs. n. 334/1999, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari di cui agli articoli 7, 28 e 33 del D.Lgs. n. 230/1995, aziende estrattive ed altre attività minerarie definite dal D.Lgs. 624/1996, lavori in sotterraneo di cui al DPR 1956, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni;
  • aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro (desumibili dalle statistiche nazionali INAIL del triennio precedente pubblicate nella Gazzetta Ufficiale);
  • aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura.

Aziende Gruppo B:
aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

Aziende Gruppo C:
aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A.   

contenuti minimi dei corsi di formazione per gli addetti sono poi descritti negli Allegati 3 e 4 del D.M. 388/2003 e sono modulati in base all’appartenenza delle aziende/unità produttive ai gruppi A, B e C. Tuttavia, oltre ai contenuti minimi, devono essere trattati anche i rischi specifici dell’attività svolta. E con riferimento a quanto è contenuto nell’art. 3 del D.M. 388/2003 la formazione dei lavoratori designati andrà ripetuta con cadenza triennale” per cui è obbligatorio effettuare l’aggiornamento periodico della formazione.

Obiettivi del Corso

Il corso si propone di trasmettere ai partecipanti nozioni ed approfondimenti della normativa in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro. Fornendo gli strumenti conoscitivi essenziali, teorici e pratici, per permettere a chi è incaricato di attuare gli interventi di primo soccorso in attesa dei soccorsi specializzati, conoscere i rischi specifici dell’attività svolta, acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro, di limitare e/o evitare l’aggravarsi delle situazioni e in particolar modo le procedure da attivare in caso di emergenza sanitaria:

  • modalità di riconoscimento di un’emergenza sanitaria;
  • procedure di allertamento del sistema di soccorso;
  • studio dei rischi e dei traumi che possono derivare dal proprio settore lavorativo di riferimento;
  • procedure per l’attuazione di intervento di primo soccorso.

Di seguito il programma del Corso:

Allertare il sistema di soccorso

  • cause e circostanze dell’infortunio
  • comunicare le predette informazioni in maniera chiara e precisa ai Servizi di assistenza sanitaria di emergenza

Riconoscere un’emergenza sanitaria

  • scena dell’infortunio e accertamento delle condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato
  • nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell’apparato cardiovascolare e respiratorio
  • tecniche di autoprotezione del personale addetto al soccorso

Attuare gli interventi di primo soccorso

  • sostenimento delle funzioni vitali
  • riconoscimento e limiti d’intervento di primo soccorso
  • conoscere i rischi specifici dell’attività svolta

Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro

  • cenni di anatomia dello scheletro
  • lussazioni, fratture e complicanze
  • traumi e lesioni cranio-encefalici e della colonna vertebrale
  • traumi e lesioni toraco-addominali

Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro

  • lesioni da freddo e da calore
  • lesioni da corrente elettrica
  • lesioni da agenti chimici
  • intossicazioni
  • ferite lacero contuse
  • emorragie esterne

Acquisire capacità di intervento pratico

  • principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale
  • principali tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute
  • principali tecniche di primo soccorso nella sindrome respiratoria acuta
  • principali tecniche di rianimazione cardiopolmonare
  • principali tecniche di tamponamento emorragico
  • principali tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato
  • principali tecniche di primo soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici.

Modalità e Durata del Corso

Il corso verrà svolto con lezioni frontali in Aula da Docente Qualificato. A seguito del superamento del test finale, verrà rilasciato regolare attestato di frequenza. La durata del corso varia in riferimento alla tipologia del gruppo di appartenenza dell’azienda cosi come segue:

Corso Base
Gruppo A: 16 Ore (12 teoria e 6 pratica)
Gruppo B : 12 Ore (8 teoria e 4 pratica)
Gruppo C : 12 Ore (8 teoria e 4 pratica)

Corso di Aggiornamento
Gruppo A: 6 Ore
Gruppo B: 4 Ore
Gruppo C: 4 Ore

Destinatari del Corso

 Il corso è rivolto a coloro che sono stati incaricati, all’interno della sede aziendale o unità produttiva, dal datore di lavoro per lo svolgimento delle attività di primo soccorso e relativa gestione delle situazioni di emergenza. Il corso è esteso a: 

  •  Datori di Lavoro che svolgono direttamente i compiti di primo soccorso;
  •  Aziende o unità produttive relativamente all’attività lavorativa svolta in luogo isolato;
  •  Personale di macchina e viaggiante operante su materiale rotabile in esercizio e vuoto;
  • Chiunque voglia vuole acquisire competenze per la gestione del primo soccorso.

Corso Operatore BLS-D Adulto – Bambino – Pediatrico.

Durata corso 5 ore: 2 teoria 3 pratica.

In questo corso imparerai le tecniche di base a supporto delle funzioni vitali (Basic Life Support) che ti permetteranno di poter affrontare una situazione di emergenza, incluso l’utilizzo del Defibrillatore Semiautomatico Esterno (AED), su di una persona in arresto respiratorio e cardiaco, nell’attesa dei soccorsi.

Obiettivi del corso

 un corso teorico-pratico che permette al corsista di apprendere le tecniche per la rianimazione cardio-polmonare adulta e pediatrica con l’ausilio del defibrillatore (semi)automatico esterno.

Destinatari del Corso 

Tutti.