Corso per addetto antitaccheggio - D.M. 269/2010 e D.M. 56/2015

L’antitaccheggio è un’attività specificamente volta al contrasto del taccheggio e dei furti negli esercizi commerciali, e si fonda operativamente sull’allestimento di accorgimenti e strumenti di controllo di vario genere, compresa la vigilanza umana.
Dal 1º dicembre 2010 viene regolata in maniera chiara l’attività di antitaccheggio, mediante Decreto Ministeriale n. 269, aggiornato successivamente dal Decreto Ministeriale n. 56/2015, e non più solo dal TULPS (vedi art. 134). Si tratta quindi del servizio svolto presso negozi, supermercati, ipermercati, grandi magazzini e simili, finalizzato alla prevenzione del reato di danneggiamento, furto, sottrazione ovvero di appropriazione indebita dei beni esposti alla pubblica fede. Vista l’ampia richiesta il nostro centro propone la formazione per avviare il candidato alla professione di Addetto Antitaccheggio.

L’Addetto Antitaccheggio rappresenta la figura professionale che si occupa di vigilare all’interno delle strutture commerciali di medio-grandi dimensioni quale ausilio cui le aziende ricorrono allo scopo di reprimere furti o danni per la merce esposta e per gli osservatori/acquirenti. L’addetto antitaccheggio deve salvaguardare le attività commerciali da eventi negativi per cose e persone, effettuando comunicazioni alla direzione generale essendo dotati di un collegamento diretto con la stessa o alla guardia giurata ivi presente. E’ capace di applicare le tecniche della difesa personale, di controllare i vari reparti di cui la struttura si compone in maniera vigile e attenta, e soprattutto di anticipare, nonché reprimere qualsiasi accadimento negativo. 

La necessità di queste figure nasce dal crescente incremento di furti, soprattutto nei grandi magazzini.

Gli Istituti di Vigilanza privata, “devono curare la preparazione teorica e l’addestramento delle dipendenti Guardie Giurate, prima della loro immissione in servizi operativi, organizzando corsi di formazione teorico-pratici” così come previsto dal D.M. n. 269/10 e s.m.i., con programmi ad esso conformi.

 

 

Obiettivi del Corso

Il corso di formazione per addetto antitaccheggio si pone come obiettivo quello di formare una figura professionale in grado di svolgere un’importante funzione di ausilio per le aziende commerciali ormai tutte dotate di un organizzazione di vigilanza e controllo.

Gli argomenti trattati durante il corso, riguardano: 

  • La Legge: Costituzione; Codice penale e DM 269/2010;
  • La figura giuridica del Collaboratore Incarichi Investigativi Elementari  “C.I.I.E”;
  • In che cosa consiste l’attività di antitaccheggio;
  • Il furto;
  • La rapina (propria/impropria);
  • Il sequestro di persona, l’arresto;
  • Le corrette modalità di “fermo”;
  • Cenni giuridici in materia di sicurezza e istituti di vigilanza;
  • L’addetto antitaccheggio e le differenze rispetto alla vigilanza armata;
  • I compiti affidati agli addetti degli istituti di vigilanza per l’attività antitaccheggio negli esercizi commerciali;
  • Servizio per prevenire i furti nella grande distribuzione (GDO);
  • Inquadramento dell’attività di antitaccheggio: interpretazione dell’art. 8 del D.M. 269/10;
  • La gestione dei rapporti con l’utenza;
  • La comunicazione efficace ed efficiente; verbale e non verbale;
  • La psicologia dell’utente;
  • Le tecniche di gestione e mediazione del conflitto;
  • Cenni sulle tecniche di sorveglianza e di videosorveglianza. 

 

 

Modalità e Durata del Corso

Il corso della durata di 8 ore, verrà svolto anche con lezioni frontali in aula con un Docente Qualificato. A seguito del superamento di test finale, verrà rilasciato regolare attestato di frequenza.

 

 

Destinatari del Corso

Il ruolo di addetto antitaccheggio può essere ricoperto sia da guardie particolari giurate (GPG) sia da professionisti alle dipendenze di un’agenzia di sicurezza sussidiaria o vigilanza privata. Entrambe le figure, la prima armata e la seconda non armata, possono svolgere il cosiddetto servizio antitaccheggio, un’attività preventiva per scoraggiare la sottrazione o il danneggiamento di beni.